(Adnkronos/Adnkronos Cultura), in ăItalyGlobalNation╚, 21 giugno 2007.

 

Cultura

 

LIBRI: RACCOLTE LE LETTERE DEGLI SCRITTORI RIFUGIATI IN SVIZZERA

 

Roma, 21 giu. (Adnkronos/Adnkronos Cultura) - Una raccolta di missive firmate da alcuni prestigiosi esponenti delle culture italiana e svizzera, emerse qualche anno fa dai carteggi del sacerdote letterato Felice Menghini (1909-1947) e raccolte in un libro dello studioso svizzero Andrea Paganini ''Lettere sul confine'', edito da Interlinea e disponibile da inizio luglio.

 

''Sul confine'' perche' il volume propone la corrispondenza tra Menghini e gli intellettuali italiani che, rifugiatisi in svizzera dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, si ritrovavano presso la localita' di Poschiavo. A questi, tra i quali Piero Chiara, Giorgio Scerbanenco e Giancarlo Vigorelli, si aggiunsero nell'esperienza letteraria de ''L'ora d'oro'', esponenti della cultura elvetica come Francesco Chiesa, Giuseppe Zoppi e Remo Fasani, anch'essi presenti nell'epistolario del sacerdote.

 

''Una rete di rapporti animati e vivi -ha scritto nell'introduzione Carlo Carena- un fervore straordinario di iniziative; purtroppo -ha proseguito lo scrittore- a volte, emergono anche vizi spesso indicati come tipici del letterato, in polemiche a distanza su questioni poetiche o nei giudizi su opere proprie o altrui''.

 

Torna alla pagina principale